PROGETTI E ESPOSIZIONI

09/2019 - a oggi
Taglia, cuce, sfilaccia e inserisce i suoi vecchi dipinti su tessuti e tappeti. La compresenza dei suoi lavori, dei tessuti creati da persone diverse in tempi e luoghi differenti e la loro stratificazione sono diventati il fulcro della sua ricerca. Lo spazio-tempo resta al centro in una trama sempre più fitta dove tutto si trasforma.

29/7 - 04/8/2019
Atelier - MACRO Asilo
"Sintesi per addizione - Anima l'istante "

Dipinti con sovrapposizioni di istanti. Zootropo e movimento.

22/10/2018    

Open studio per Rome Art Week: “THE FIRST STEP”
-> (video)

"The first step è osservare un bambino che compie il suo primo passo. E’ rievocare le origini della nostra esistenza. E’ l’esploratore che è in noi che abbiamo dimenticato. Domande spazio temporali cercano di trovare risposte sulla tela a partire dai gesti della vita quotidiana, spingendosi verso l’IO più intimo fino all’ignoto che ci circonda.
Da dove veniamo?

chi siamo?

dove andremo?

Intanto salite e prendiamoci un caffè sulla luna".

 

10/2018  

   Una pallottola nel cuore 3 - RAI
Il Regista Luca Manfredi e la scenografa Stefania Maggio hanno scelto lo studio di Diana Pintaldi e alcune delle sue opere per dare vita al personaggio antagonista della serie con Gigi Proietti. 

 

05/2018

“Mimicry”
Mimicry (mimetismo) è un progetto itinerante negli atelier degli artisti in cui è prevista la fusione di una modella nello studio e con le opere degli artisti coinvolti. Il fotografo, Marino Festuccia, studia di volta in volta l'intervento del singolo artista sulla modella/installazione. Lo scatto fotografico scelto per diventare l’opera artistica in sè diventerà l’oggetto dell’esposizione finale.

    

“Tu vieni dall'infinito”
 

2017

“Continuità”
Una serie di opere legate al ciclo della vita, alla maternità. Una di queste si trova nella copertina dell'opuscolo "Nascere al San Camillo Forlanini di Roma".

 

10/2017

Open studio per Rome Art Week 
 

 

09/2017

“Il colore Nascosto delle cose” Regia di Silvio Soldini
Nel Film, presentato al 74°Festival del Cinema di Venezia, Il regista ha voluto che alcune delle opere apparissero nelle location, tra cui: “A cuore aperto”, “Occhio”, “Albero”, “Uomo che pensa” (casa di Teo - Adriano Giannini), “Scheletro”, “Orbita” (casa di Greta). 

 

 

12/2016

Progetto di Residenza MACRO: ”il Tevere nel MACRO”
Nella candidatura è stato proposto un progetto pittorico e di installazioni di tele, volto a portare nel MACRO un percorso di riflessione, di interazione e di integrazione. Attraverso le opere, i visitatori sarebbero entrati in contatto con i contrasti sociali racchiusi in un mondo così vicino a loro eppure così nascosto, com’è il Tevere per Roma. Di fatto il Tevere esiste realmente solo per gli ultimi (senza tetto, reietti e relitti) e per i primi (i soci dei più esclusivi Circoli della capitale).  Il Tevere, come simbolo del fluire del tempo (secondo il concetto di Seneca), sarebbe anche stato veicolo per rappresentare l’evoluzione/involuzione (o entropia) delle cose, della città e delle persone.

 

 

2016/2017

Progetto Fotografico: “Water world”
Il progetto nasce dalla attività remiera dell'artista sul Tevere e raccoglie alcuni dettagli, naturalistici e non, di quello che avviene sulle sponde subito sotto la città.

 

 

2014/2016

“Proiezione“
Il corpo è composto dalla ripetizione di una stessa forma essenziale : il triangolo. 
Tutto il resto è un'esteriorizzazione del sé, a tratti esteriorizzata e a tratti trattenuta e bloccata.

 

 

12/2015

Mostra collettiva
   “Creative Room Art Gallery”, Roma
Curatore: Lorenzo Cantarella

05/2015

Mostra Personale
   Creative Room Art Gallery,, Roma
   Curatore: Lorenzo Cantarella    

 

 

12/2013

“Incipit”
Dipinti dove a manifestarsi è principalmente l'energia cinetica.